Blog | Strategie
come fidelizzare i clienti
come fidelizzare i clienti

Come fidelizzare i clienti e vendere di più: 5+1 strategie

Blog, Strategie

Un cliente fidelizzato costa 7 volte meno di uno nuovo. Ecco perché vogliamo spiegarti come fidelizzare i clienti e aumentare le vendite.

Pochi imprenditori conoscono i benefici di un cliente affezionato, il quale è un valore aggiunto per la loro attività. Ma tu stai leggendo questo articolo e siamo certi che hai compreso quanto sia importante la fidelizzazione del cliente.

Siamo qui per aiutarti a sviluppare una strategia per il tuo business, cosicché le tue vendite possano crescere nel tempo al minor costo possibile. In che modo? Attuando 5+1 best practice che ti aiuteranno a raggiungere l’obiettivo che ti sei posto.

Perché fidelizzare i clienti?

Di solito un imprenditore pensa subito ad ampliare il suo bacino d’utenza, convinto che raggiungere più persone aiuti a massimizzare le vendite. Non è sempre così.

Come abbiamo anticipato in apertura, un cliente affezionato costa 7 volte meno di uno nuovo, e non solo. Una persona che ha già acquistato da te conosce già la tua attività e il valore del tuo prodotto.

Inoltre, un cliente contento è propenso a condividere la propria esperienza positiva con altre persone. Questo porta, di conseguenza, ad ampliare il bacino di utenza.

Tutto ciò comporta l’attivazione di una parolina che sembra passata di moda: passaparola.

Amazon è divenuto un colosso perché ha fidelizzato i clienti già dalla sua apertura, con prezzi concorrenziali e spedizioni veloci. Questi due elementi sono stati fondamentali per la nascita del suo impero e oggi tutti conoscono il brand e lo consigliano.

Vediamo ora cosa puoi fare per ottenere il loro affetto, ovvero come fidelizzare i clienti.

1. Conosci le persone che acquistano da te

Conoscere una persona è la strategia migliore per creare azioni di marketing personalizzate che possano contribuire ad avvicinare la tua azienda al cliente. 

Chi acquista da te un prodotto o un servizio solitamente fornisce alcuni dati, come ad esempio nome e cognome, data di nascita e sesso. Ti consigliamo di usare queste informazioni per conoscere meglio le persone che si avvicinano alla tua attività.

Ma se non hai ancora ricevuto questi dati, ti consigliamo di fare sin da subito lead generation. La lead generation ti permette di creare contatti utili e iniziare a creare una rete di persone da coltivare nel tempo, tramite nurturing.

Ciò può essere fatto attraverso l’iscrizione a una newsletter o al riscatto – tramite la compilazione di un form – di un ebook gratuito, ad esempio. Questa mossa ti permette di ottenere alcuni dati importanti dei tuoi clienti, da usare per creare strategie di vendita volte alla fidelizzazione. 

E già di per sé offrire un dono gratis permette di fidelizzare il cliente e instaurare una relazione di fiducia.

2. Rendi umana la tua azienda

Quando ti rivolgi alle persone cerca di farlo nel modo più umano possibile. La tua azienda deve parlare e agire come se fosse una persona. 

L’umanizzazione del brand permette di instaurare un forte legame con l’utente e per farlo puoi lavorare su alcuni aspetti della tua comunicazione.

Innanzitutto, quando scrivi pubblicamente, che sia il blog aziendale o una pagina Facebook, abbandona assolutamente la freddezza.

Le persone vogliono contatti diretti, devono sentirsi a casa e devono percepire di star parlando con una persona.

Diventare loro amico è il primo passo per fidelizzare i clienti!

Nel primo punto ti abbiamo parlato di lead generation e hai capito che è importante acquisire i dati dei tuoi utenti. Ma come puoi sfruttarli? Per rendere più umana la tua azienda dialogando con le persone usando il loro nome di battesimo.

In fase di registrazione gli utenti inseriscono, ad esempio, il nome di battesimo. Puoi sfruttare questa occasione per inviare una email intestata alla persona per ricordarle un appuntamento. Consigliamo però di farlo con gli SMS, poiché sappiamo con certezza che sono letti il 95% delle volte. Per farlo puoi consultare la nostra offerta.

3. Usa i social network in modo professionale

Nell’era del digitale è consigliato avere uno o più profili social per la propria attività. Ed è ancora più consigliato usare questi canali in maniera professionale.

I social hanno distrutto quella barriera invisibile che divideva l’azienda dal consumatore, rendendo il contatto più diretto. Il cliente può commentare ciò che pubblichi, può anche contattarti in privato e lasciare una recensione.

Le persone che interagiscono con te attraverso i social network non vanno abbandonate. Tutt’altro: devi interagire con loro, se possibile. Crea conversazioni, parla sia nelle sezione commenti che nei messaggi privati con chi ti scrive. 

Questa semplice pratica, che capiamo essere a volte faticosa, permette di fidelizzare il cliente. Acquistare da chi parla spesso con te è come farlo da un amico; inoltre permette di migliorare il processo di umanizzazione del tuo brand. 

Inizi a intuire il qualche collegamento?

4. Dai assistenza ai clienti in maniera efficace

Nell’introduzione dell’articolo ti abbiamo parlato di Amazon e del suo successo. Sai qual è un altro elemento che ha portato l’azienda di Bezos a divenire leader mondiale degli e-commerce? L’assistenza clienti.

A ogni ora del giorno e della notte c’è sempre qualcuno pronto ad aiutarti e lo fa sempre per ogni minimo disguido.

Ora, non siamo qui a dirti di fare come Amazon, anche perché è impossibile, ma prendi spunto da loro. Rafforza il tuo reparto di assistenza clienti e formalo per venire incontro alle persone che cercano aiuto.

L’interazione è fondamentale, soprattutto se le persone chiedono assistenza via social network. Parla con loro come se fossero tuoi pari, rendili partecipi e non elevarti mai a superiore. Prova sempre a tendere una mano al meglio delle tue possibilità e tutto questo verrà ripagato nel tempo.

5. Sii coerente e impara dagli errori

Può sembrare una frase fatta, lo sappiamo, ma è un dato fattuale. Un’azienda deve essere coerente con se stessa e non contraddirsi in continuazione. Prosegui verso i tuoi obiettivi, ma senza mancare di rispetto a te e alla clientela.

Impara inoltre a capire cosa non ha funzionato in passato e correggi il tiro. Puoi farlo analizzando i commenti dei tuoi clienti e le loro recensioni negative. Comprendi cosa non ha funzionato e migliora il tuo operato affinché questi errori non vengano ripetuti.

Migliorare un aspetto carente della tua attività ti rende più amichevole agli occhi delle persone e perché no, magari riuscirai a riottenere la fiducia del cliente perso.

5+1. Utilizza la fidelizzazione intelligente Memofly

La fidelizzazione può diventare intelligente. Come?

Se conosci le abitudini dei tuoi clienti, sai quando è il caso di inviare loro le offerte più adatte alle loro esigenze. 

E se qualcun altro lo facesse per te?

Con Memofly abbiamo creato la “fidelizzazione intelligente”, un sistema in grado di “imparare le abitudini dei tuoi clienti.

In base agli appuntamenti e ai tuoi servizi scelti, il cervello di Memofly impara ricorrenze e tempismo specifico di ogni singolo cliente e invia gli SMS giusti nel momento giusto.

Così aiutiamo i tuoi clienti a ricordare i loro appuntamenti meglio di quanto saresti in grado di fare tu.

Come fidelizzare i clienti: qualche consiglio finale

Se metterai in pratica ciò che ti abbiamo illustrato, renderai entusiasta i tuoi clienti. Il processo di fidelizzazione è duro e richiede risorse, ma si tratta di un investimento a lungo termine che porterà benefici alla tua azienda.

Cerca sempre di metterti in discussione e analizza costantemente il tuo target. Proponi, quando possibile, contenuti gratuiti e interagisci con gli utenti. 

Puoi anche automatizzare alcuni processi, come l’invio di SMS promozionali o, semplicemente, chiamali per nome. Noi siamo qui per questo.

Attiva ora la tua prova gratuita.

Condividi questo articolo!

Menu